GLI ALUNNI DELLA MEDIA GALLO PRESENTANO I LAVORI SVOLTI DURANTE IL PON “EDUCARE ALLA BELLEZZA IMPARANDO LA CONVIVENZA

25 Giu · Non ci sono commenti

È stato dedicato a Noci, al suo territorio, al suo centro storico e alle sue tradizioni il progetto Pon “Educare alla bellezza imparando la convivenza”, volto al Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, finanziato con Fondi Europei del MIUR, articolato in cinque percorsi formativi, interagenti e complementari.

Diretti dagli esperti David Monopoli, Alessandra Neglia, Rose Del Vecchio, Mariella Intini e Nancy Conforti e dai tutor, docenti Doriana Trisolini, Mimma Palmisano, Antonietta Trisolini, Maria Intini e William Vastarella, coordinati dalla docente Maria Grazia Intini, sabato 15 giugno, nel chiostro delle Clarisse, gli alunni delle classi prime, seconde e terze della Scuola Secondaria di I grado “Gallo” hanno presentato il risultato del loro lavoro.

Gli alunni delle classi terze, frequentanti il modulo “Il senso del tempo e dello spazio”, guidati da D. Monopoli hanno illustrato una sofisticata mappa tematica digitale relativa agli elementi caratterizzanti il territorio di Noci, precisamente l’area del Barsento, realizzata mediante l’uso del GIS.

Gli alunni delle seconde, iscritti al modulo “Cre-a-ttira”, hanno mostrato alcune idee progettuali elaborate con il supporto di A. Neglia: “Noci in sport” (una giornata atta a incrementare il turismo sportivo e ambientale); “Gastronomy of Noci” (quattro giornate dedicate alla gastronomia tradizionale del territorio); alcune proposte in ambito didattico per riorganizzare la Scuola e per poterla rendere più interessante, aderente alle loro aspettative e moderna, con aule tematiche arredate per tutte le esigenze, dotate di attrezzatura informatica, nuova e funzionante, e di spazi per poter praticare sport, fare i compiti o semplicemente rilassarsi. Quest’ultime proposte erano state già apprezzate dall’assessore M. Jerovante che aveva incontrato gli alunni durante una lezione e aveva spiegato loro che in alcune scuole primarie di Noci sono stati già attivati dei progetti per innovare la didattica e l’ambiente scolastico. I progetti dei ragazzi saranno messi a disposizione del Comune di Noci, con l’auspicio che vengano presi in considerazione e messi in pratica.

Gli alunni delle seconde classi impegnati nel modulo “Little places in the middle of a little town” hanno illustrato in lingua inglese, con pronuncia perfetta, una brochure turistica realizzata sotto la direzione di R. Del Vecchio, includente gli elementi storici-architettonici-socio/culturali di alcune gnostre, il cui studio è avvenuto attraverso l’approccio alla metodologia CLIL. La brochure sarà offerta alla Biblioteca Comunale, alla Pro Loco, alle agenzie turistiche e alle strutture ricettive situate sul territorio di Noci per essere consultata.

I ragazzi delle prime classi frequentanti il modulo “Le gnostre: un’eredità da rivitalizzare”, guidati da M. Intini, hanno mostrato alcune immagini in power point per raccontare la loro esperienza, dimostrando le conoscenze apprese in merito alla storia, all’arte e all’architettura delle gnostre. Hanno riferito, inoltre, di essersi dilettati nel progettare una targa per ciascuna delle dieci gnostre selezionate: con disegni e parole, hanno evidenziato il significato e le versioni del nome o la storia della gnostra oppure i particolari architettonici. I progetti delle targhe, con grande piacere e soddisfazione degli autori, saranno donati alla Biblioteca comunale di Noci. Gli stessi alunni, recitando cinque sketch in dialetto (M. Intini) e la poesia “A gnostre” (E. Gioia), hanno interpretato con talento gli usi e i costumi di chi un tempo abitava le gnostre, rilevando l’urgenza di restaurarle e tutelarle. Gli alunni di prima che hanno frequentato il modulo “Cantare la tradizione”, preparati da N. Conforti, hanno arricchito lo spettacolo eseguendo con successo l’inno “Noci mia” (G. Curci-D. Guagnano) e l’interessante e inedita “Tarantella: detti e proverbi nocesi” (N. Conforti), in più reinterpretando la danza de “La quadriglia” (Gruppo folk “La Murgia-V. Palattella”).

L’evento finale si è concluso nello slargo di via S. Giovanni dove i ragazzi di “Cre-a-ttira” hanno proposto un piccolo laboratorio di pasta fresca intrattenendo i genitori, proprio come accadeva un tempo, allietando il loro palato con tarallini, ceci, fave tostate, castagne e dolci in pasta di mandorle tipici della tradizione nocese. In Piazza Plebiscito, invece, hanno organizzato una gara di corsa col sacco, uno sport antico, ma che ancora oggi continua a far divertire grandi e bambini.

Questo progetto ha permesso di valorizzare le bellezze del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico di Noci, considerandolo un bene comune e potenziale per lo sviluppo del senso civico e del senso di appartenenza ad una Comunità in cui, oggi più che mai, si sente il bisogno di recuperare i valori tradizionali, sempre più spesso dimenticati.

Lascia un commento

Albo Pretorio

Albo Pretorio

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Frutta nelle Scuole

Frutta nelle Scuole

Invalsi

Invalsi

Iscrizioni Online

Iscrizioni Online

PON

PON

PTOF

PTOF

Registro Elettronico Docenti

Registro Elettronico Docenti

Registro Elettronico Famiglie

Registro Elettronico Famiglie

Scuola in Chiaro

Scuola in Chiaro

Sistema Nazionale di valutazione

Sistema Nazionale di valutazione

Pagina Facebook

Pagina Facebook

ARCHIVI ARTICOLI

CALENDARIO

ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Ridimensiona testo
Alto contrasto